Kintsugi: un vaso rotto sarà più bello di prima

Pare che il kintsugi abbia avuto origine nel XV secolo, quando Ashikaga Yoshimasa, uno shogun giapponese dopo aver rotto la propria tazza di tè preferita la inviò in Cina per farla riparare. Il lavoro di riparazione, tuttavia, venne fatto con “punti metallici” che erano lo standard utilizzato a quell’epoca. Ma la bellezza della tazza era penalizzata da quegli interventi. Deluso, […]

Torna su