Top
Qualcuno ricorda cos'è il "vero cibo"? - Studio Yume
6139
post-template-default,single,single-post,postid-6139,single-format-standard,mkdf-bmi-calculator-1.0,mkd-core-1.1,wellspring-ver-1.5,mkdf-smooth-scroll,mkdf-smooth-page-transitions,mkdf-ajax,mkdf-grid-1300,mkdf-blog-installed,mkdf-header-standard,mkdf-no-behavior,mkdf-default-mobile-header,mkdf-sticky-up-mobile-header,mkdf-dropdown-default,mkdf-full-width-wide-menu,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

Qualcuno ricorda cos’è il “vero cibo”?

Qualcuno ricorda cos’è il “vero cibo”?

Questo articolo è il quinto di una serie di approfondimenti sulla disbiosi intestinale. Nella nostra ricerca, abbiamo apprezzato i contenuti del sito iyashiwellness.com e ne proponiamo una traduzione integrale.

Negli articoli precedenti sul tema della permeabilità intestinale, si è parlato di come eliminare dalla dieta dei propri figli additivi e conservanti comunemente utilizzati dall’industria alimentare, per vedere subito miglioramenti nel loro comportamento e nella loro capacità di concentrazione. Oltre agli additivi artificiali, potrebbe essere necessario ridurre o rimuovere temporaneamente cibi e medicinali che contengono grandi quantità di salicilati. […]

Dopo aver eliminato ingredienti artificiali e ridotto alimenti contenenti salicilati, nel giro di 24 ore si possono già vedere i primi effetti benefici sui propri figli. Tuttavia questa non è sempre una soluzione definitiva, specialmente se il proprio figlio ha problemi di comportamento più seri o problematiche a livello fisico. È importante sostenerlo verso la transazione ad un’alimentazione ricca di nutrienti, che possa proteggerlo per tutta la vita e aiutarlo a raggiungere una guarigione completa rispetto a malattie croniche e debilitative.

Siamo stati indotti a credere da chi produce il cibo che i prodotti “fortificati” (Pop-Tarts, cereali da prima colazione, preparati istantanei per porridge, pane per sandwich, pasta, riso precotto, barrette energetiche, bevande fortificate e altri alimenti “base”) ci aiutano a nutrirci meglio. Ma la verità è che questi alimenti fortificati sono cibi altamente raffinati e poveri di nutrienti, ai quali sono stati aggiunti in seguito vitamine e sali minerali di origine sintetica. Solo recentemente si è scoperto che il nostro corpo non metabolizza questi elementi creati artificialmente in laboratorio allo stesso modo in cui li metabolizza se provenienti da cibo vero e genuino. Per esempio l’acido folico, un sostituto sintetico dei folati e vitamina del gruppo B proveniente da verdure a foglia verde e dalla carne, spesso non viene affatto metabolizzata e può aumentare il rischio di cancerogenesi. Integrarlo in gravidanza è poco utile nel prevenire difetti del tubo neurale e un basso indice di Q.I.; diverso è se questa sostanza viene integrata da cibi veri o da integratori contenenti 5-MTHF, una  forma biologicamente attiva dell’acido folico che viene rapidamente metabolizzata dal corpo.

Se i vostri figli si sono già abituati a una dieta iper-raffinata, può essere difficile convincerli a invertire la rotta verso una dieta più salutare dal giorno alla notte. Si può comunque favorire questo cambiamento tramite una prima rimozione di ingredienti artificiali che provocano dipendenza e di conservanti alimentari. Questo può aiutare a prevenire un attacco di collera che potrebbe verificarsi quando si apportano troppi cambiamenti alla dieta in breve tempo.

Ma cosa intendiamo per “vero cibo”? Verdura, frutta, carne, cereali integrali, legumi, frutta secca, semi oleosi… prodotti venduti singolarmente, non elaborati e raffinati e poi fatti passare per “vero cibo”. Invece di acquistare pane, zuppe preconfezionate e miscele per torta, acquistate ingredienti freschi, come avrebbero fatto le vostre nonne! Se volete preparare dello stufato per cena, dovrete procurarvi la carne di manzo, le patate, le carote, il sedano, la cipolla e l’orzo. Potete prepararne una bella pentola abbondante alla domenica, in modo da averne di pronta per tutta la settimana seguente. Questo è “vero cibo”, e può non sembrare allettante come una pizza surgelata o maccheroni e formaggio pronti da saltare in padella, ma l’intera famiglia trarrà benefici da questo tipo di alimentazione genuina.

Per leggere il primo articolo di questa serie sulla permeabilità intestinale, cliccare il seguente linkhttp://studioyume.it/2017/05/11/leaky-gut-cosa-si-tratta/

Per leggere il secondo articolo: http://studioyume.it/2017/06/23/la-pearmibilita-intestinale-medicina-tradizionale-cinese/

Per leggere il terzo articolo: http://studioyume.it/2017/07/05/guarire-la-permeabilita-intestinale-primo-passo/

Per leggere il quarto articolo: http://studioyume.it/2017/07/17/un-approccio-alimentare-ai-disturbi-del-comportamento-la-dieta-feingold/

Chiara Lancerin
Chiara Lancerin