Top
Riparare l'intestino: la quarta fase - Studio Yume
6436
post-template-default,single,single-post,postid-6436,single-format-standard,mkdf-bmi-calculator-1.0,mkd-core-1.1,wellspring-ver-1.5,mkdf-smooth-scroll,mkdf-smooth-page-transitions,mkdf-ajax,mkdf-grid-1300,mkdf-blog-installed,mkdf-header-standard,mkdf-sticky-header-on-scroll-up,mkdf-default-mobile-header,mkdf-sticky-up-mobile-header,mkdf-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

Riparare l’intestino: la quarta fase

Riparare l’intestino: la quarta fase

Questo articolo è il n.9 di una serie di approfondimenti sulla disbiosi intestinale. Nella nostra ricerca, abbiamo apprezzato i contenuti del sito iyashiwellness.com e ne proponiamo una traduzione integrale.

Analizzeremo la quarta “R” del protocollo di guarigione della permeabilità intestinale; operativamente parlando, non è corretto mettere in pratica questo passaggio se prima non si sono affrontati gli altri 3 step [link in calce a questo articolo ⬇︎ n.d.t.]

Dopo aver RIMOSSO gli alimenti proinfiammatori e quelli che causano risposta immunitaria coinvolgendo IgE, IgA o IgG; dopo aver RIMPIAZZATO elementi del sistema digestivo con acido cloridrico, enzimi digestivi, aminoacidi essenziali; dopo aver REINOCULATO l’intestino con probiotici, prebiotici, cibi fermentati… solo ora potete occuparvi della fase di RIPARAZIONE.

Alcune persone vogliono passare subito a questa fase del protocollo, introducendo nella propria dieta cibi naturali “con moderazione”, non perdere tempo con i cibi fermentati, e dimenticando l’importanza degli enzimi digestivi e aminoacidi. Se veramente volete sentirvi meglio e guarire l’intestino, non dovete tralasciare i primi tre passaggi: non smetterò mai di sottolineare abbastanza questo concetto!

Nella fase di RIPARAZIONE, vengono inclusi nel programma di supplementazione quotidiano alimenti particolari come brodo di ossa, gelatina, collagene, colostro, L-glutammina, glicina ed erbe cinesi. La letteratura scientifica ha dimostrato che questi alimenti possono ricostituire l’integrità del rivestimento intestinale, impedendo che grosse molecole di cibo non digerito e scarti metabolici “colino”, riprendendo il paragone con il colabrodo, dall’intestino al torrente sanguigno. Esistono in commercio diversi libri di cucina che spiegano cosa preparare per riparare l’intestino.

Le erbe cinesi che andrete ad assumere durante la fase di riparazione dipendono dal tipo di diagnosi, definita in genere dall’esame del polso, dalla lingua, dalla situazione dell’intestino, dalla presenza di infiammazione, dalla tendenza ad essere freddolosi piuttosto che calorosi, e da una ulteriore serie di elementi che l’agopuntore vi chiederà di riferire. Le formulazioni erboristiche ideate per “tonificare la milza” e “asciugare l’eccesso di umidità” contengono principi attivi con proprietà curative per l’intestino. Per esempio, nella cura del Morbo di Crohn è stata studiata approfonditamente la combinazione tra pepe di sichuan, radice essiccata di zenzero e radice di ginseng.

Seguono alcune ricette per aiutarvi a prendere mano nell’integrare brodo di ossa, collagene, gelatina e colostro nella vostra alimentazione.

Ricetta facile per la preparazione del brodo di ossa

INGREDIENTI: 500 g di ossa di pollo ruspante, 2 zampe di gallina (per addensare il brodo), 1 carota, 1 gambo di sedano, una piccola cipolla, una manciata di prezzemolo, 3 spicchi d’aglio, un cucchiaio di aceto di mele, un pizzico di sale marino integrale.

PREPARAZIONE: mettere le ossa in una pentola adatta per le cotture prolungate (“Slow Cooker”, per esempio), tagliare a pezzetti le verdure e unirle all’interno della pentola. Aggiungere l’aceto di mele. Riempire d’acqua la pentola fino a farle raggiungere la linea di riempimento. Impostare una cottura lenta e far andare per 18-24 ore. Potete utilizzare questo brodo come base per zuppe, minestre o stufati, oppure semplicemente berlo come una bevanda calda. Per colazione, potete aggiungerne un po’ alle uova strapazzate. Se a colazione non avete tutta questa fame, potete assumere 500 ml di brodo, 1 cucchiaio di burro Grass Fed (proveniente da vacche nutrite esclusivamente con erba, n.d.t.), 1 cucchiaio di colostro e 1 cucchiaio di collagene frullato. Questa è un’ottima “colazione liquida” che vi manterrà lontano da merendine e snack fino a pranzo. […]

Caramelle gommose di mirtilli a base di gelatina

INGREDIENTI: 32 g (1/4 cup) di gelatina Grass Fed in polvere (proveniente da animali nutriti esclusivamente con erba, n.d.t.), 85 g (1 cup) di mirtilli surgelati, 183 g (3/4 cup) di succo di limone, zucchero di canna o eritrolo (lakanto, zucchero giapponese) se si vuole renderle più dolci.

PREPARAZIONE: mescolate i mirtilli e il succo di limone con un miscelatore. Versate il composto ottenuto in una casseruola e aggiungete la gelatina. Scaldate a fuoco lento fino ad ottenere una pasta spessa senza grumi. Versate il tutto in stampi di silicone o su un piatto in ceramica. Mettere nel congelatore fino a quando non si sono solidificate.

Godetevi questi snack per stroncare sul nascere le voglie di dolce, o mangiatene un paio prima di andare a letto per migliorare la qualità del sonno. La gelatina vi aiuterà a riparare sia l’intestino che la pelle e le articolazioni.

Per leggere il primo articolo di questa serie sulla permeabilità intestinale, cliccare il seguente linkhttp://studioyume.it/2017/05/11/leaky-gut-cosa-si-tratta/

Per leggere il secondo articolo: http://studioyume.it/2017/06/23/la-pearmibilita-intestinale-medicina-tradizionale-cinese/

Per leggere il terzo articolo: http://studioyume.it/2017/07/05/guarire-la-permeabilita-intestinale-primo-passo/

Per leggere il quarto articolo: http://studioyume.it/2017/07/17/un-approccio-alimentare-ai-disturbi-del-comportamento-la-dieta-feingold/

Per leggere il quinto articolo: http://studioyume.it/2017/07/26/qualcuno-ricorda-cose-vero-cibo/

Per leggere il sesto articolo: http://studioyume.it/2017/08/02/protocollo-autoimmune-paleo-la-permeabilita-intestinale-ostinata/

Per leggere il settimo articolo: http://studioyume.it/2017/08/09/enzimi-aminoacidi-vitamine-sali-minerali-erbe-cinesi-la-fase-rimpiazzare/

Per leggere l’ottavo articolo: http://studioyume.it/2017/08/16/fase-3-reinoculare-ovvero-la-terapia-probiotica/

Chiara Lancerin
Chiara Lancerin